RACCONTO: IL SAGGIO E LA BARCA

Picture 156

ESPAÑOL

Ti é mai successo di lamentarti continuamente perché le cose non vanno mai come vorresti?

Hai mai utilizzato il tuo insuccesso come scusa per non provarci di nuovo?

Questo racconto mi fa ricordare che spesso utilizziamo solo un 10% delle nostre potenzialitá.

Gettiamo facilmente la spugna, abbandonando la nostra forza interiore dietro a scuse e ad inutili lamentele.

Sei un vulcano pieno di energía, devi solo accenderti!

Buona lettura

Con affetto

Federica

Un’antica legenda racconta di un uomo che, stanco dei suoi problemi, un giorno decise di andare a consultare un vecchio saggio.

Dopo un lungo viaggio finalmente lo trovó e gli disse:

“Maestro, sono venuto fin qui da molto lontano perché sono davvero disperato. Mi va tutto male e non so davvero che fare per andare avanti.”

Il saggio rispose:

“Sei fortunato figliolo, io posso aiutarti. Sai remare?”

Un pó confuso l’uomo rispose di si.

Allora il maestro lo condusse fino ad un grande lago.

Salirono su una barca e il saggio disse al giovane di remare fino al centro del lago.

“Mi puó spiegare come migliorare la mia vita?” chiese l’uomo vedendo che il saggio non faceva nulla.

Quando arrivarono al centro del lago allora il maestro disse:

“Avvicina la tua faccia all’acqua e dimmi cosa vedi”

L’uomo si sporse dalla barca il piú possibile per poterlo fare.

All’improvviso il saggio lo spinse e lo fece cadere nel lago.

Piú l’uomo cercava disperatamente di risalire sulla barca, piú l’anziano gli spingeva la testa sott’acqua.

Quando ormai stava quasi per affogare,  il vecchio smise di impedirgli di mettersi in salvo e lo aiutó.

“É matto per caso? Non si rende conto che mi stava facendo affogare?” gridó l’uomo infuriato

Con tutta tranquillitá il maestro rispose:

“Quando stavi sott’acqua, cos’era che desideravi piú di ogni altra cosa?”

“Respirare, é ovvio!”

“Bene, quando affronterai la vita con la stessa forza e veemenza con cui cercavi di respirare quando stavi affogando, allora sarai pronto a trionfare”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...