RACCONTO: LA MUCCA

woman-978343_960_720

ESPAÑOL

In un giorno cosí speciale come oggi il mio regalo di Natale per te é questo famoso racconto.

Leggerlo mi ricorda sempre quanto sia importante uscire dalla nostra zona di confort e di come non farlo, sia il piú grande freno per la nostra crescita personale.

Buona lettura e Buon Natale!

Con affetto

Federica

Un bel giorno un monaco in pellegrinaggio si trovò a passare in un villaggio e chiese ospitalità a una famiglia di contadini che si dimostrò ben lieta di ospitare il viandante.

Quello che colpì il monaco furono le condizioni di infelicità e di povertà della casa così chiese al capofamiglia quale fosse la loro fonte di guadagno.

Ogni mattina mungevano l’unica mucca che avevano e con il latte ricavato facevano il formaggio che vendevano ai vicini.

I soldi che riuscivano a recuperare con la loro attività bastavano a malapena per comprarsi il cibo per il giorno successivo.

La mattina seguente il monaco prese in disparte il capofamiglia e gli disse: “Non ho dormito tutta la notte per pensare a qualcosa che vi potesse aiutare ad uscire da questa situazione e alla fine ho capito qual’ è la fonte della vostra povertà”

Il capofamiglia drizzò le orecchie come un segugio da caccia e senza attendere un attimo chiese subito quale fosse la principale causa della loro infelicità.

Il monaco rispose: “La fonte della vostra povertà è la mucca!!!”

Il capofamiglia rimase perplesso perché la mucca era in realtà l’unica fonte di guadagno della famiglia e senza della quale non avrebbero avuto neanche quei pochi soldi ogni giorno.

“E ora cosa dovrei fare? “ chiese il capofamiglia.

Con voce ferma e decisa il monaco rispose: “Dovete uccidere la mucca!!!”

Detto questo l’ospite ringraziò e lasciò la casa.

Il capofamiglia andò dalla moglie e parlò a lungo con lei di quello che era successo e nonostante la forte opposizione di quest’ultima il marito decise comunque di seguire il consiglio del monaco perché sapeva che era una persona saggia, così l’indomani mattina portò la mucca in cima ad una montagna e la spinse giù da una rupe…

Dopo due anni il monaco tornò a far visita alla famiglia di contadini e quello che vide fu una situazione completamente diversa: al posto di una fattoria diroccata c’era una bellissima villa con giardino e quando bussò alla porta di casa venne un maggiordomo ad accoglierlo.

Quando il capofamiglia vide il monaco lo abbracciò in lacrime ringraziandolo del suo consiglio che gli aveva cambiato la vita.

Da quando non c’era più la mucca ogni mattina si alzava con la forte motivazione di doversi trovare un modo per guadagnarsi da vivere e questo gli permise di conoscere gente nuova e affrontare situazioni che furono il motivo della loro fortuna.

Il capofamiglia non si era mai reso conto che la mucca non gli permetteva di vivere ma solo di sopravvivere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...